L’alba rapiva il giorno e la notte era preda dell’alba..
Fu solo il primo degli album fotografici che un tale prese dal vecchio cassetto dei ricordi quando un tizio bussò alla sua porta..
“Hai qualcosa che mi appartiene” udì con eco di voce notturna oltre la porta..
Ma incurante il tale rimase nella stanza del passato continuando a sfogliare l’album..
Prese casualmente una delle sue vecchie foto e la osservò perplesso e stupito, quasi fosse animata, viva e in ascolto..
“Se solo tu potessi vederti con i miei occhi..” esclamò il tale con voce saggia rivolgendosi alla foto..
Non passarono istanti e la porta tornò a bussare..
“Hai qualcosa che mi appartiene” ripeté il tizio con voce più forte e insistente..
Scrupoloso il tizio chiuse l’album, uscì dalla stanza del tempo e aprì la porta..
Non vide altro che una notte rapita da un’alba che diventò preda del giorno..

Di mau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.