Il viandante

Il viandante percorreva vie senza fine

I suoi sguardi accesi non temevano

Camminando tra strade di capitali

Indagando su tutti i particolari

Partì dalla stazione pieno di commozione

Inseguendo un tempo di cui poi ne fu preda

Euforicamente senza una destinazione

Senza meta senza una vera intenzione

Poi seguì d’istinto la via che sembrava

soddisfare la sua sete di ignoto

e si trovò in un borgo medioevale senza nome

e si smarrì in un labirinto di pensieri d’epoca

di un tempo senza tempo

Il viandante aveva più vite reali

veggente di giorno ma di notte era un luminare

poi diventò un venditore di pensieri epocali

e un venditore di aforismi subliminali

Poi seguì d’istinto la via che sembrava

soddisfare la sua sete di ignoto

e si trovò davanti a un monumento senza nome

c’erano le sue iniziali e a fianco le parole

viandante di ogni tempo..

Mauro Cipri 

Visite: 429